Cerca
Close this search box.
Cerca
Close this search box.

I robot imitano le abilità umane grazie a Eureka

Una serie di mani robot in CGI che manipolano una matita.

Nvidia Research ha presentato il suo nuovo agente di intelligenza artificiale, chiamato Eureka, alimentato da GPT-4 di OpenAI ed è in grado di addestrare robot in modo autonomo. Eureka è in grado di scrivere algoritmi di reinforcement learning in modo automatico, consentendo ai robot di apprendere una vasta gamma di movimenti complessi. Tra i risultati ottenuti da Eureka c’è l’insegnamento a una mano robotica di eseguire acrobazie con una penna con la stessa maestria di un essere umano. Inoltre, Eureka ha istruito i robot a compiere azioni come l’apertura di cassetti e armadi, il lancio e la cattura di palline e la manipolazione delle forbici, coprendo quasi 30 compiti diversi.

L’obiettivo principale di Nvidia Eureka è affrontare le sfide legate alla capacità di addestrare dei robot, in particolare la progettazione delle reward, spesso un processo di tentativi ed errori. Questo risultato è stato ottenuto grazie a una combinazione unica di language model e tecnologie di simulazione supportate dalle GPU di Nvidia. Eureka rappresenta un passo avanti nell’integrazione di algoritmi di apprendimento generativo e di rinforzo per affrontare compiti complessi. In una serie di 29 sfide di reinforcement learning open-source, che comprendono 10 diverse morfologie di robot, Eureka supera gli esperti umani nell’83% dei compiti, portando a un miglioramento medio del 52%.

La tecnologia di Eureka segna un progresso significativo nella ricerca e nello sviluppo degli agenti di intelligenza artificiale autonomi. Questa innovazione potrebbe trasformare i robot in esperti di una vasta gamma di compiti complessi e sta attirando notevole attenzione nel settore degli agenti autonomi, con rilevanti implicazioni economiche e sociali. Eureka potrebbe aprire nuove prospettive per applicazioni avanzate di robotica e interazioni più sofisticate tra robot e esseri umani. Questo lavoro di Nvidia Research evidenzia l’importanza dell’integrazione di modelli di linguaggio naturale e tecnologie di simulazione nel campo dell’intelligenza artificiale, che sta rapidamente rivoluzionando il panorama della robotica, presentando nuove soluzioni e sfide.

Immagine in copertina via Nvidia.

Accedi per vedere questi contenuti

registrati se non lo ha ancora fatto